"Food & Mood": "Nutri-psichiatria" aggiunge un tocco scientifico al cibo confortante


Il campo emergente della psichiatria nutrizionale sta aggiungendo una svolta scientifica all'idea che il cibo può avere un effetto positivo sul nostro umore. Quali sono gli ingredienti più promettenti e quanto sono ricettivi i consumatori?

L'emergere della psichiatria nutrizionale

Il Food & Mood Center della Deakin University in Australia è un centro di ricerca specializzato nel campo emergente della psichiatria nutrizionale. Mentre il concetto di comfort eating mostra come le persone comprendono intuitivamente la connessione tra dieta e umore, la scienza sta appena iniziando a mettersi al passo, secondo la dott.ssa Sarah R Dash, ricercatrice nutrizionale e membro onorario del centro.

    "[...] studi in Spagna, Norvegia, Australia e Stati Uniti hanno tutti dimostrato che seguire una dieta sana e" tradizionale ", composta da cibi che sappiamo farci bene: frutta e verdura colorata, cereali integrali, legumi e grassi sani - protegge la salute mentale ", scrive il dottor Dash. "La cattiva notizia, che forse non sorprende, è che sembra vero anche il contrario: i cibi malsani e lavorati non fanno solo male alla nostra vita o al nostro cuore, ma anche alla nostra salute mentale".

Il Food & Mood Center dà cinque semplici consigli alimentari per le persone che vogliono gestire la propria salute mentale attraverso il cibo.

Consiglia:

- seguire diete "tradizionali", come quella mediterranea, norvegese o giapponese;

- aumentare il consumo di frutta, verdura, legumi, cereali integrali, noci e semi;

- limitare il consumo di alimenti ultra trasformati;

- mangiare cibi nutrienti e sani ad ogni pasto e spuntino,

- iniziare "in piccolo" per cambiamenti duraturi.

Il pubblico non è mai stato più consapevole dei legami tra determinati cibi e stress, relax e sonno. Nonostante questo interesse, negli ultimi dieci anni innumerevoli aziende non sono riuscite a portare sul mercato prodotti alimentari che migliorano l'umore.

Le 5 sfide per lo sviluppo di nuovi prodotti!

Secondo Julian Mellentin, fondatore della società di consulenza per l'industria alimentare New Nutrition Business, i marchi alimentari affrontano una grande sfida perché devono trovare un ingrediente che soddisfi cinque criteri specifici.

  1. l'ingrediente in questione deve essere legale;
  2. , i produttori dovrebbero essere autorizzati a usarlo in un dosaggio sufficiente per fornire il beneficio promesso;
  3. deve avere un buon sapore;
  4. anche i consumatori devono percepire un vantaggio tangibile;
  5. e, infine, deve avere un "significato" nel prodotto.


    "I chicchi di caffè in uno snack bar o in una bevanda saranno facili da accettare, ma qualcosa di meno comune come la L-teanina non supererà questo test", spiega Mellentin.

Ci sono, tuttavia, alcuni esempi di successo, tra cui "cioccolato GABA per l'equilibrio mentale" dell'azienda dolciaria giapponese Ezaki Glico, che aiuta a ridurre lo stress. Lanciato nel 2005, la barretta di cioccolato contiene 280 mg di acido gamma-ammino-butirrico (GABA) per 100 g, che è circa 25 volte superiore ai 9 mg standard di cioccolatoe il marchio genera circa $ 50 milioni (45 milioni di euro) di vendite al dettaglio all'anno.
 
    A breve termine, sono gli alimenti che i consumatori vedono come "stimolatori naturali dell'umore" che continueranno a fornire i maggiori benefici, insieme ad alcune delle tendenze "senza dieta", il tutto alimentato da un nuovo corpo di scienza. psichiatria nutrizionale ".

I produttori che desiderano trarre vantaggio dalle tendenze della "dieta predatoria" possono ridurre il contenuto di zuccheri e carboidrati dei loro prodotti concentrandosi sul loro profilo di elaborazione minimo.

Allo stesso tempo, possono anche concentrarsi su affermati "stimolatori naturali dell'umore" contenenti grassi sani come gli omega-3 (che si trovano in pesce, noci, semi e avocado) e cibi che rispettano l'intestino (prodotti fermentati come kefir, kombucha e probiotici).

Applicare i risultati agli alimenti confezionati

I nootropi, sostanze che si dice migliorino la funzione cognitiva o le prestazioni mentali in persone sane e che sono più spesso utilizzate per stimolare la memoria, la concentrazione e la creatività, sono anche di interesse per le persone. Consumatori, con fonti naturali come vitamine del gruppo B omega-3, caffeina, triptofano, L-teanina e olio di CBD.

Il Food & Mood Center della Deakin University non consiglia esplicitamente di scegliere uno spuntino nootropico cognitivo condizionato dalla salute.

Tuttavia, tali prodotti potrebbero essere utili se hanno un semplice elenco di ingredienti alimentari completi o se sono arricchiti con nutrienti aggiunti come i polifenoli?

L' studio pubblicato nel 2016 hanno mostrato che le donne che hanno seguito una dieta ricca di diversi tipi di flavonoidi, un gruppo specifico di polifenoli chiamati flavonoidi presenti in alimenti come arance, bacche e cacao, esibiscono minor rischio di depressione.

Potrebbe essere possibile, secondo Helena Gibson-Moore, una scienziata nutrizionista presso la British Nutrition Foundation.

    “Oltre al gusto, all'aspetto e al prezzo, i consumatori si aspettano sempre più che il cibo che mangiamo sia percepito come 'sano' e preferiscono i prodotti 'naturali' ai prodotti 'lavorati'", spiega a Fi Global Insights. "Poiché i consumatori sono forse più consapevoli dei benefici per la salute associati al consumo di polifenoli, l'arricchimento degli alimenti con polifenoli può essere accolto favorevolmente".

Tuttavia, la sig.ra Gibson-Moore esprime anche la sua preoccupazione per l'idea di fortificare gli alimenti trasformati con pochi componenti sani selezionati, poiché le persone possono scegliere di sostituire cibi integrali sani come frutta e verdura con prodotti confezionati. Anche se questi prodotti trasformati sono stati formulati per avere un profilo nutrizionale sano, agli ingredienti possono mancare alcuni dei benefici che derivano dal seguire una dieta sana, come il consumo di fibre o altri nutrienti potenzialmente interagenti e composti bioattivi nella dieta. , aggiunge.

L'importanza delle affermazioni scientificamente fondate

In ogni caso, i marchi che commercializzano prodotti "Food for mood" devono investire nella ricerca scientifica per sostenere le loro affermazioni.

Il marchio neozelandese Ārepamakes è una bevanda nootropica a base di ribes nero neozelandese (che lei chiama "neuroberges"), ad alto contenuto di polifenoli e antociani e tè verde per l'aminoacido L-teanina.

La start-up ha impiegato più di cinque anni a sviluppare la formula e afferma che se i consumatori hanno dubbi sulla scienza dietro la bevanda, è a causa di anni di marketing ingannevole da parte di "Big Food".

    "Sapevamo che quando abbiamo iniziato avremmo affrontato un certo scetticismo a causa del marketing fuorviante delle multinazionali che vendono caffeina e zucchero come soluzione ideale per ottimizzare le prestazioni cognitive", spiega. "Continuiamo quindi a ricercare, testare e sviluppare la nostra formula, utilizzando tecnologie alimentari all'avanguardia per garantire l'efficacia dei nostri prodotti".

Attualmente sta lavorando con la University of Auckland School of Psychology per valutare le prestazioni neurocognitive e l'attività delle onde cerebrali della bevanda Ārepaaffects in uno studio crossover randomizzato e controllato con placebo.

Nonostante sia un settore di nicchia e emergente, la categoria dei "cibi del buonumore" sta già suscitando l'interesse dei grandi player. Mondelez, ad esempio, ha investito nel marchio prebiotico Uplift Foods il cui integratore alimentare "psicobiotico" in polvere contiene fibre e amido resistente di farina di banana verde, topinambur, tapioca e lupino. Secondo il sito web dell'azienda, il 90% della serotonina, l'ormone che migliora l'umore, si trova nell'intestino, sottolineando l'importanza della connessione intestino-umore.

Ma questo lo sapevamo già ...

Ispirato e tradotto da:

| 22 ottobre 2020 su https://insights.figlobal.com

 

👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇

REGALO * : una cura di 3 mesi - 100 capsule di vitamina D per qualsiasi ordine superiore a € 69.

Per usufruire dell'offerta, metti uno o più prodotti del valore superiore a 69 € nel carrello e aggiungine uno al carrello. Cura della vitamina D. . Non ti verrà addebitato nulla.

Non cumulabile con altri codici o azioni in corso.

Nutri-Bay.com utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza utente. Accetta i cookie per continuare a esplorare il nostro sito
Grazie, è salvato!