Che senso ha correre a stomaco vuoto?

Sia che tu stia cercando di perdere peso mentre corri o ti stai semplicemente abituando al tuo metabolismo in modo che il tuo assorbimento sia migliore durante l'esercizio, il digiuno può essere un modo per indurre il tuo corpo a sfruttare le sue riserve di grasso. I fan della corsa al digiuno di solito si esercitano la mattina prima di colazione, ma è anche possibile esercitarsi durante il giorno dopo 4-5 ore o più senza mangiare.

Sebbene l'idea non sia nuova, negli ultimi tempi sta guadagnando trazione nel mondo degli sport di resistenza. In effetti, sembra in adeguatezza con l'obiettivo finale di molti corridori: perdere peso e migliorare le loro prestazioni. Tuttavia, l'efficacia di questa tecnica dipende dai tuoi obiettivi di allenamento e dai metodi che utilizzi: uscite brevi, intense e frequenti o uscite più lunghe e lente?

Il metabolismo si adatta

Prima di tutto, devi considerare il cardio a stomaco vuoto e il consumo di grassi il contesto a più lungo termine dell'apporto calorico settimanale : Non sono solo le calorie consumate durante l'esercizio che contano. Un ottimo esempio è l'allenamento a intervalli ad alta intensità in cui il corridore può eseguire 10 sforzi ad alta intensità per un breve periodo di tempo, ad esempio 20 secondi con solo 30-60 secondi di riposo tra due iterazioni. La quantità totale di calorie bruciate da questo tipo di allenamento è piccola, ma i guadagni metabolici a lungo termine sono reali.

Gara a stomaco vuoto: mix imparato

Mangiare o non mangiare prima di un allenamento dipende esattamente dal tipo di allenamento praticato. Mangiare prima di uno sforzo non annullerà tutto il consumo di grassi da parte del metabolismo durante la gara, e non mangiare non porterà a un consumo eccessivo di grassi come alcuni vorrebbero credere. Si tratta di allenare il tuo corpo per poterlo fare affrontare ogni tipo di situazione.

Per una sessione a bassa velocità come una corsa di un'ora, mangia meno prima della gara compensando un recupero più coerente in seguito stimola gli enzimi attivati ​​durante il consumo di grassi. Tuttavia, anche mangiare prima dell'esercizio non è totalmente privo di interesse. In effeti, lasciare lo stomaco pieno o almeno saziato può sostenere una sessione più lunga. In effetti, la cosa principale risiede nelle abitudini alimentari del ciclista durante la settimana e nella frequenza delle sessioni.

SCOPRI IL NOSTRO CATALOGO

gara di digiuno

Bruciare carboidrati o grassi?

La maggior parte dei corridori mangia carboidrati prima della gara per non restare senza energie: un piatto di pasta il giorno prima della maratona per esempio. Quando si pratica cardio a stomaco vuoto, l'attenzione si concentra sulla capacità del corpo di consumare grassi. A stomaco vuoto, durante le parti meno impegnative della corsa, il corridore consuma il grassose conserva le sue riserve di carboidrati per i segmenti più complicati.

Un corridore ben addestrato è in grado di bruciare grassi e carboidrati. Questo gli consente di avere una maggiore riserva di energia a sua disposizione. Entrambe le fonti non lo sono non intercambiabile. durante maratone e formati più brevi, i carboidrati sono la principale fonte di energia utilizzata dal tuo corpo È quindi importante allenarsi mentre si è sazi. Durante le gare più a lungo, come gli ultra trail, la capacità del corpo di bruciare i grassi ha un impatto significativo.

C'è una categoria a parte, coloro che accumulano sforzi lunghi e intensi: i corridori in grado di correre una maratona in meno di tre ore. Lavorano per consumare solo le loro riserve di carboidrati durante lo sforzo perché il grasso non genera abbastanza energia per seguire la loro importante richiesta. La combustione dei grassi consuma ossigeno, che di solito è il principale fattore limitante quando si è in grado di correre una maratona in meno di 2h30.

Se decidi di iniziare e allenare il tuo corpo allo sforzo di digiuno, abbiamo alcuni suggerimenti finali da darti come conclusione:

  • Commencer progressivement la tua pratica del digiuno aumentando la durata a poco a poco e rimanere a velocità piuttosto basse all'inizio.
  • Non entrare in una sessione di digiuno completo se si tratta di finire la fame e festeggiare dopo lo sforzo.
  • Dopo una gara di digiuno, per il recupero è ancora più importante.

Per saperne di più sulla nutrizione sportiva e capire come impostare una strategia nutrizionale ...contattaci

SCOPRI IL NOSTRO CATALOGO

    Nutri-Bay.com utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza utente. Accetta i cookie per continuare a esplorare il nostro sito
    Grazie, è salvato!