Nutri-Bay @ XTERRA MAUI Ambassadors - Storie di gare e foto Yannick Antoine: M40-44 Vice Campione del mondo

La storia di Yannick

Da dove cominciare? Di Kona? Con la mia doppia qualifica a giugno? O dal mio terzo posto su Maui 2016? Se ti piace leggere, inizia qui, e se vuoi solo il riepilogo della gara, è sotto di "Sunday 28 / 10: giorno della gara" 😉

Il desiderio di tornare qui per competere nei campionati mondiali di Xterra per il mio ultimo anno nella categoria M40 è stato grande. Le vacanze di Toussaint che cadevano dopo la gara è stata l'occasione per ripetere un viaggio di famiglia. Soprattutto, era necessario qualificarsi.
Xterra Grecia, prima possibilità, muoio e sono costretto ad abbandonare dopo solo 7km di mountain bike. Un'occasione mancata ...
Xterra Belgio. Non lascio nulla al caso, preparo questa gara andando a identificare i percorsi e integrando le sessioni Ironman (Klagenfurt rilascia 3 settimane dopo). Secondo in 2016, spero anche se non meglio. Finisco di nuovo secondo, e giù per il podio so che le qualifiche sono state acquisite.
Ironman Klagenfurt (Austria): Sto per battere il mio tempo su Ironman, non per uno slot. In autunno è previsto un cambiamento professionale e sarebbe difficile combinarlo con l'allenamento e un lungo soggiorno nel Pacifico per due gare. Ma nell'euforia di una buona gara (9h19) in cui classifico 5ème M40, Michele dimmi di prendere la qualifica per Kona. Ho quindi intenzione di tornare in Belgio tra le due gare per lavorare una settimana e di anticipare la mia data di inizio nel nuovo lavoro presso 15 / 09 (quindi un mese prima di Kona) dicendomi che le ultime settimane prima dell'inizio saranno difficile da combinare (famiglia, nuovo lavoro, formazione) e le prestazioni in entrambe le gare probabilmente casuali. Verificare con il mio nuovo datore di lavoro, è giocabile. Andiamo, faccio il doppio, più per la sfida che rappresenta che per mirare a qualcosa di specifico a livello di classifica o crono.

Sabato 14 / 10 - Ironman Kona. Non tornerò in gara, è stato molto lungo trooooop (questo post è già abbastanza lungo così 😁). Mentre il mio allenamento dopo 15 / 09 è stato ridotto di 40-50% rispetto a un allenamento normale per un Ironman, ma mi sento più freddo. Non ho nulla da dimostrare qui, quindi decido di "rischiare": correre rischi per cercare di fare meglio, anche accettando di fare meno bene. È noto quanto segue ????. Anche se la controforza è grande, non sto cercando una scusa e ho vissuto una nuova esperienza su Ironman, con nuove "sensazioni". Sono mezzo deluso, ma l'ottimista in me è quasi soddisfatto di aver finito. Maui inizia qui ...

Domenica 15 / 10: recupero con i delfini ????????. Preparando la bici, la cerimonia di premiazione e io volerò di nuovo la stessa sera.

Lunedi-Martedì: viaggio di ritorno con una deviazione a Los Angeles e Universal Studios 😎

Mercoledì mattina sono al lavoro ????. Il recupero è ... corretto. Fatica del viaggio (combatto a metà pomeriggio) ma ho fatto gran parte della gara a Kona in endurance e la rottura muscolare in seguito alla disidratazione, alla maratona e ai crampi c'è ma alla fine la fatica complessiva è meno che dopo un Ironman in "modalità corsa". Alcune sessioni molto brevi e leggere, e una buona gita in mountain bike sabato seguita da una pista da corsa con Geoffray et Stéphane La domenica mi rassicura. Mentre questa non è la preparazione ideale, ma sono in grado di spingere i dossi e aumentare di intensità ...

Lunedi-Martedì: lavoro, ho digerito la differenza di orario. Preparare l'altra bici, i bagagli, ecc.

Il mercoledì è tornato! Gli aerei 3 e 12h cambiano di nuovo più tardi, arriviamo mercoledì sera a Maui.

Giovedì: tracciamento del percorso in mountain bike dopo un po 'di meccanica (il cavo di blocco è stato danneggiato durante il viaggio). È aperta solo la parte inferiore del percorso (5 primo e ultimo 7 km), la parte superiore è troppo fangosa (anche più dello scorso anno). Mi dà fastidio perché siamo a J-3 e sarà impossibile fare solo la parte superiore, figuriamoci rifare l'intero corso a J-2 o J-1, sarebbe troppo stancante. Le costole sono troppo ripide per poterle guidare alla grande e ora dobbiamo fare il succo per la gara.

Venerdì-Sabato: spiagge, test delle onde (sono solo enormi quest'anno !!!) e ultimo sblocco. Il sito xterraplanet mi colloca tra i preferiti di 5-6 nella mia categoria (su 85, la fascia d'età 40-44 è la più rappresentata), e quindi anche la stampa lussemburghese ????. Un po 'di pressione, ma mentirei se non pensassi che il podio e forse anche la vittoria siano giocabili, almeno sulla carta, ma una gara, e ancor più una Xterra, non corre sulla carta!

Domenica 28 / 10: giorno della gara. Petit dej 'pasta-prosciutto al tappetino 6h' (non usato ma ho ancora incasinato il mio Gatosport il giorno prima ... nessun commento 🤐????).

Ci siamo! Il circuito si è asciugato, le onde sono più deboli, la gara sarà completamente diversa rispetto allo scorso anno, questo è certo! È a mio vantaggio? Non ne ho idea ... Continuo a pensare che il mio ranking su 2016 sia dovuto anche a una buona gestione della difficoltà e alla lunghezza insolita dell'evento. Doveva essere duro e resistente, spingere, pulire regolarmente la bici ed evitare problemi tecnici e cadute, cosa che ero riuscito a fare. Quest'anno sarà veloce.

Inizia a nuotare: per una volta mi metto dentro, il più corto! Mi dico che ci sarà una lotta, ma dobbiamo provare e lui
mi sembra che la maggior parte degli anni di 40-49 (la mia ondata iniziale) sia più esterna. Lascio bene, in fretta, sotto le grandi onde quindi le sensazioni sono buone. Sono in un branco, non lo raccolgo come a volte. Esco all'australiano, secondo loop, poi esco in 25 "circa, 4" meglio dell'anno scorso e David annunciami 16ème nella mia categoria. Con l'inizio a ondate mi classifica 209ème scratch ma in realtà ci sono corridori 350-400 già fuori dall'acqua (con quelle parti di 3 'precedenti) e che saranno di fronte a me sul campo ☹️.

È andato per la mountain bike. Stessa strategia di 2016: spingere forte per ingoiare la grande differenza di altitudine sul primo 12 km in alto nel gruppo. L'anno scorso è stato "abbastanza" a volte andare in bici dove altri camminavano, ma quest'anno rotolano tutti e così ... tappi. È necessario gestire costantemente il momento in cui superare e l'eccedenza di sforzo perché è necessario passare rapidamente prima del prossimo passaggio di restringimento o tecnico. A volte rimango dietro un piccolo gruppo in attesa senza essere in grado di sorpassare ed è frustrante. Le gambe rispondono ma sono meno "acuto" rispetto allo scorso anno, mi sento bene. Arrivato nella parte alta del circuito che non ho trovato, faccio alcuni piccoli errori: troppa frenata, cattiva scelta della traiettoria. Ricordo il corso ma non mi dice in anticipo dove posizionare la ruota. Sto perdendo un po 'di tempo. Un crossover creato con alcuni piloti nella mia classe, ma riesco a prendere il controllo e scavare ogni volta un gap. Nell'ultimo 5 km, il volo diventa di nuovo essenziale. Va bene se non è un inizio di adduttori e ischios di crampi. Devo lasciarmi andare su di me e poi superare il mio gatto corridori 2 negli ultimi lacci prima di tornare al parco. La moto è passata rapidamente e mi sono divertito molto, ma so che la mia classifica non è buona come l'anno scorso (ero già 3ème dopo 2016).

Infatti, Michèle e David confermano che sono 6ème dall'inizio del percorso, anche se ci sono corridori 3-4 a meno di 2 '. A questo punto, non ci credo troppo, mi dico che posso provare a mantenere un top10, eventualmente ottenere un top5 se si rompe davanti. Sono sorpreso dai corridori 2-3. Ho le gambe in legno, l'inizio dei crampi e devi attaccare 350m D + (l'equivalente del sentiero Tintigny 😉) sul primo 4,5 km ... Ho preso una bottiglia per correre perché so che farà caldo e che i ravitos arriveranno lentamente. Mi permette di idratarmi spesso. Approfitto delle rare e corte parti piane o discendenti per trovare un passo giusto. Dopo 2km, torno ragazzi, le gambe tornano un po '. Nessuno nella mia categoria ... continuo a spingere al limite di ciò che i miei muscoli ammettono. 3 km, km 4 ancora nessuno ... finalmente vicino alla cima prendo un messicano che mi ha superato alla fine della bici. Sono nella top5 e il circuito diventa favorevole con più parti mobili dove posso sollevare con le gambe un po 'trovate. Nel prossimo km 2 spenderò 4, 3 e poi il secondo (secondo i miei calcoli). Adesso gestisco i crampi ma nella parte che preferisco: lunghe corse tecniche, curve, rilanci, salto di alberi, ruscello, ecc. Ho dietro di me un 25-30ans che non mi lascia andare e mi spinge. Non so dove sia il primo nella mia categoria, probabilmente lontano, ma continuo a spingere e tirare corridori da altre categorie ed evitare un possibile ritorno. Alla fine non vedrò il primo e nessuno tornerà, ma finisco la gara dopo aver dato tutto! Ultimi metri sulla spiaggia e nell'erba, David, FirenzeMichele Maëlle et giuliano sono lì per incoraggiarmi. O non credevano nel vedermi andare in pista, ma fortunatamente per me ho provato fino alla fine senza lasciarmi andare e ha dato i suoi frutti.
Il primo mi mette l'ATV di 9. È il campione brasiliano di Cross Country e Marathon MTB ed è stato fuori portata, anche se lo porto su 3.
Questo conclude la stagione del triathlon con una nota positiva. Per l'aneddoto, sono 10ème (su 30) nella classifica dei doppi Kona-Maui e 1er (su ... 2 ????) nella mia categoria. Ho trascorso il periodo migliore a Maui che i primi due del doppio ruotavano attorno a 9h40 a Kona.

Grazie a tutti per l'incoraggiamento precedente, il follow-up durante e il complimenti dopo la gara. Grazie mille alla mia famiglia presente sul posto, penso che debba aver giocato anche nel successo di questa seconda parte.
A presto in una gara, per condividere un allenamento, uno stage o ... un Rulles. Mahalo!


Segui Yannick su Facebook: Yannick Antoine

Non dimenticare il codice XTERRA2017, riduzione diretta 15% su tutto il sito (tranne le brevi date) VAI avanti https://www.nutri-bay.com/discount/XTERRA2017

Nutri-Bay.com utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza utente. Accetta i cookie per continuare a esplorare il nostro sito
Grazie, è salvato!